Post Meridian Soul: i March Division e il suono suburbano dei tempi moderni

Si possono conciliare le istanze migliori del pop-rock british delle scorse decadi e suoni più moderni da dancefloor? Se il risultato è quello di cui parliamo qui, la risposta non può che essere affermativa.

Anticipato da due ep e pubblicato il 20 ottobre 2014, Post Meridian Soul è il nuovo lavoro dei March Division seguito ideale di Radio Daydream, ma con una particolare attenzione volta ad ottenere un suono il più possibile suburbano (miscela di brit-rock ed elettronica da dancefloor che tutt‘oggi caratterizza il sound del quartetto), che possa fotografare al meglio l‘impasse che caratterizza le giovani generazioni contemporanee.

Con uno stile che si nutre di trip-hop, house, techno e drum‘n‘bass, ma con l‘impatto di una rock band canonica, i March Division raccontano  una realtà gravida di insicurezze, dove gli individui si aggirano privi di riferimenti certi. Il cervello/labirinto della copertina è così il “simbolo visuale dello smarrimento che annebbia le persone e la possibile visione globale di un mondo schiavo”.

Di questo, dell’imminente tour e dei futuri progetti della band milanese abbiamo parlato con Andy Vitali, frontman della band milanese, e ospite ai microfoni di #generazioneit.

(A cura di Giuseppe Marino)
Riproduzione riservata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...